articolo su come documentarsi per la scrittura di un romanzo
Consigli

Come studiare per il tuo romanzo: la documentazione

Che tu progetti di scrivere un romanzo storico oppure un romance contemporaneo, sarà inevitabile affrontare una fase di documentazione. Se trascurata, rischia di compromettere il tuo lavoro in modo irrimediabile. Se ben fatta, invece, la documentazione potrà aiutarti a rendere solido il tuo libro e a soddisfare i lettori, anche quelli più esigenti.

Non sottovalutare l’importanza di questa fase anche se ti occupi di narrativa fantastica. Perfino il più immaginario dei mondi deve avere una qualche attinenza con la nostra realtà per poter essere compreso, ed è in quei punti di contatto che devi verificare la tenuta del tuo impianto narrativo.

Di seguito vi do alcuni consigli per affrontare questa fase delicata nel migliore dei modi. Siete pronti? Cominciamo!

 Gioca d’anticipo

Evidenzia gli ambiti da studiare e approfondire prima di procedere con la stesura vera e propria. Che si tratti di un particolare periodo storico, oppure delle tipiche procedure d’indagine in un caso di omicidio, non dare per scontato niente e assicurati di essere in possesso di tutte le informazioni che ti serviranno per la fase di scrittura. Evidenzia gli argomenti su cui non sei preparato e assicurati di studiarli a fondo, in modo da evitare incoerenze che potrebbero attirarti le critiche dei lettori.

Scegli bene le tue fonti

Wikipedia o la Treccani online non bastano, anche se possono essere un buon punto di partenza per cominciare a costruire una bibliografia essenziale. Prediligi corsi completi o monografie che possano darti lo sguardo più ampio possibile sull’argomento che hai scelto e gettare luce su dettagli cui non avresti pensato. Inoltre, parlare con specialisti del settore può ridurre molto i tempi e fornire alcune coordinate per muoverti a tuo agio in un ambito non di tua competenza.

Ogni cosa a suo tempo

Può capitare che, dopo aver svolto un’accurata preparazione e documentazione, durante la prima stesura emergano nuovi settori da approfondire cui non avevi pensato. È normale, ma cerca di non mescolare i tempi della scrittura con quelli della documentazione. Il rischio di diventare inconcludente è sempre dietro l’angolo.

Attenzione all’infodump

La documentazione serve allo scrittore, non al lettore. Devi veicolare quello che hai imparato in piccoli dettagli e micro informazioni che restano sullo sfondo, non in spiegoni infiniti. Il romanzo verte sulla storia che stai raccontando, mentre lo scopo della documentazione è impedire incoerenze (o vere e proprie falsità) e definire il mondo narrativo. Attenzione anche a non inserire scene inutili solo per mettere in mostra qualche particolare curioso di cui sei venuto a sapere durante lo studio. Puà sembrare frustrante studiare tanto per poi spendere solo un minimo di quello che si è appreso, ma una buona preparazione deve trasparire, non essere sbandierata ai quattro venti. Non ti preoccupare, i lettori sanno riconoscere i libri fondati su basi solide e quelli campati in aria!

Se questo articolo ti è stato utile, fammi sapere che cosa ne pensi nei commenti!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: