Consigli

Come trovare il tempo per scrivere

Trovare il tempo per scrivere è uno dei crucci principali di ogni scrittore: tra scuola, università, lavoro, famiglia, amici, la vita sembra fare di tutto per mettere i bastoni tra le ruote ai tuoi sogni di carta e inchiostro.

Diciamocelo: quante volte ti è capitato di avere un’idea davvero grandiosa, di sentire quel prurito nelle mani che sembra volerti imporre di scrivere, ma di dover rimandare perché manca il tempo?

È una questione con cui tutti gli scrittori devono o hanno dovuto fare i conti. Stephen King, prima di riuscire a pubblicare Carrie, fu benzinaio, spazzino, inserviente e poi insegnante. George Martin si dedicò per anni all’insegnamento. Laini Taylor pubblicò il primo romanzo a 35 anni e lavorò come cameriera, illustratrice, editor di guide turistiche. Anna Todd, l’autrice del bestseller internazionale After, si sposò a 18 anni e lavorò come cameriera. E l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Un problema comune, dunque, quello del tempo. Ma anche un problema che si può risolvere.

Come?

Con tanta forza di volontà.

Insomma, la vita e i suoi impegni sono importanti. Ma anche i tuoi sogni lo sono! Perché arrenderti, rinunciare ad avere finalmente tra le mani quel manoscritto completo? Sì, proprio quella storia che nella tua testa è già finita, con i suoi climax e i colpi di scena, ma che al momento conta appena 20 cartelle in Word.

Dopo l’università e un breve periodo di ricerca, nel 2018 ho trovato lavoro. Si tratta di un lavoro full-time, 8-9 ore al giorno, in un ufficio piuttosto lontano da casa mia (quindi con circa 40-50 minuti di strada all’andata e al ritorno da aggiungere al “tempo perso”). Com’è ovvio, agli obblighi lavorativi si aggiungono tutti gli altri impegni domestici e sociali che richiedono attenzioni. E, anche quando riesco a ritagliare del tempo per me, è difficile che la sera abbia la voglia o l’energia per dedicarmi al mio romanzo. A volte l’unica cosa cui riesco a pensare è il letto che mi aspetta!

Con l’inizio di questa fase della mia vita, ho provato subito una grandissima paura. Continuavo a pensare: “E se non riuscissi più a trovare il tempo per scrivere?” Le idee c’erano, come sempre, e anche la voglia e il bisogno di metterle su carta. Mancava il tempo.

O forse no, non mancava. Dovevo solo cercarlo meglio.

Non sono mai stata un tipo mattiniero, ma, accidenti, io avevo un romanzo da portare a termine! Ho iniziato ad andare a letto un’ora prima per alzarmi la mattina alle 5.30. Appena sveglia, il cellulare ancora in modalità aereo per evitare distrazioni, mi sedevo al tavolo e scrivevo il mio romanzo.

Avevo trovato 60 minuti pieni di scrittura quotidiana. Un’ora intera solo per me, le mie trame e i miei personaggi.

In questa nuova routine adattata sulle mie esigenze ho scritto e revisionato il mio romanzo, “La principessa di Ys”. Sembrerà assurdo, ma ho scritto molto di più da quando ho trovato lavoro che negli anni passati. Una routine funzionale può rivelarsi molto più produttiva di ore e ore di tempo libero, che a volte rischiano di finire sprecate.

Stiamo parlando di scrittura e in questo campo non esistono ricette preconfezionate. Per me il momento migliore per scrivere è la mattina, per qualcun altro può essere la sera tardi. L’importante è ricordare che il tempo per i tuoi sogni può essere trovato.

Questa è una sintesi del mio metodo:

  1. Individuo il momento della giornata in cui posso scrivere per almeno 60 minuti consecutivi.
  2. Niente ricerche, Facebook, Instagram, social vari ed eventuali. Quando scrivo, scrivo e basta. Cellulare in modalità aereo e le distrazioni non possono arrivare.
  3. Scrivo sette giorni su sette. Se una mattina ho mal di testa, significa che scriverò poco. Se mi sento in forma, scriverò di più. L’importante è non cedere alla tentazione di rimandare. Il demone della procrastinazione è sempre pronto ad assaltare gli scrittori alle spalle.

Può sembrare dura, ma, una volta preso il ritmo, la scrittura entra a far parte della quotidianità. Seguendo questo metodo, pian piano “La principessa di Ys” ha preso forma sotto le mie mani ed è diventata un romanzo completo! Lo stesso è accaduto con due libri successivi.

Se ti è piaciuto questo articolo, l’hai trovato utile o hai un’esperienza simile da condividere, lasciami un commento! Ogni feedback è importante.

Non dimenticarti di condividere! Condividere le cose che ci piacciono o ci interessano è il primo passo per permettere alla nostra passione di crescere.

Grazie per la lettura e al prossimo articolo!

2 commenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: